Edificio pericolante in via Furnari, Rosso: "Stiamo lavorando a soluzioni"

Incontro a Palazzo degli Elefanti tra il Capo di gabinetto Massimo Rosso e una delegazione degli abitanti dello stabile pericolante di via Furnari 31 che giovedì prossimo dovranno lasciare i loro appartamenti. "Stiamo lavorando a soluzioni caso per caso" ha dichiarato Rosso

Incontro a Palazzo degli Elefanti tra il Capo di gabinetto Massimo Rosso e una delegazione degli abitanti dello stabile pericolante di via Furnari 31 che giovedì prossimo dovranno lasciare i loro appartamenti. "Stiamo lavorando a soluzioni caso per caso" ha dichiarato Rosso, il quale ha aggiunto che “Il sindaco Enzo Bianco ci ha dato mandato di studiare come fronteggiare quest’emergenza. Noi oggi abbiamo preso contatto con i rappresentanti dell’Istituto autonomo case popolari per una ricognizione che speriamo possa dare buoni frutti. Abbiamo inoltre detto alle famiglie che siamo disponibili fin da subito a fornire dei buoni casa, ossia contributi da 250 euro al mese per l’affitto di abitazioni, per un periodo di due anni”.

L’ordinanza di sgombero era stata firmata a causa delle condizioni statiche dell’edificio, che rischia di crollare. Il palazzo era stato bloccato nel 1963 poiché costruito in modo difforme rispetto al progetto. L’impresa di costruzione fallì e l’edificio, che avrebbe dovuto essere demolito, fu affidato a un curatore fallimentare.

“Come ha già detto il Sindaco – ha sottolineato Rosso - seguiremo comunque la vicenda da vicino per trovare delle soluzioni, stando vicini in ogni modo a queste famiglie. Ci rendiamo conto del loro disagio e percorreremo tutte le strade possibili per ridurlo al minimo. Ma va tenuto conto dell’emergenza: l’unica cosa che non possiamo fare è pensare di far correre rischi a tutti loro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento