Via Generale Ameglio, isola ecologica ancora nel degrado: sopralluogo

Consiglio itinerante della quinta circoscrizione alla presenza dell'assessore Rosario D'Agata. Votata all'unanimità la mozione presentata dal vicepresidente Maria Grazia Felicioli, che ha chiesto la "riqualificazione dell'isola ecologica". D'Agata assicura: "Progetto inserito nel piano triennale delle opere pubbliche"

Nuovo sopralluogo in via Generale Ameglio, zona Nesima, dove versa nel degrado una delle tre isole ecologiche di Catania mai entrata in funzione. A differenza delle altre due, presenti in viale Tirreno e Picanello, questa a due passi dalla popolata via Armando Diaz resta nel totale abbandono. I vandali hanno trovato terreno fertile e infissi, porte, grate e tombini sono andati via via scomparendo.

A distanza di un anno dall’ultimo sopralluogo, la quinta circoscrizione torna a effettuarne uno nuovo alla presenza dell’assessore con delega all’ecologia e all’ambiente, Rosario D’Agata. Votata in questa occasione all’unanimità la mozione presentata dal vicepresidente Maria Grazia Felicioli, già redatta nel settembre 2013 con il fine di riqualificare e attivare l’isola ecologica di via Generale Ameglio. “Riceviamo segnalazioni giornaliere per i continui atti vandalici perpetrati in una zona che oggi versa nel totale abbandono – precisa Felicioli - Per tale motivo il nostro obiettivo condiviso con l’amministrazione comunale è quello di inaugurare, dopo quella di Picanello, l’isola ecologica di via Generale Ameglio e renderla finalmente funzionante”

Operazione di certo non facile visti i costi che richiede un intervento del genere. Il presidente della circoscrizione Orazio Serrano ricorda però l’importanza dell’intervento da compiere, al di là della spesa ingente, e si augura che non resti nel “libro dei sogni”: “Confidiamo nell’amministrazione e negli iter previsti per fare rinascere un progetto che è prima di tutto un servizio per la comunità” dichiara Serrano. La soluzione prospettata e che stiamo adottando, spiega l’assessore D’Agata, è quella dell’inserimento del progetto-riqualificazione nel piano triennale delle opere pubbliche: “L’indocorosa situazione di via Generale Ameglio grazie alla mia battaglia personale è riuscita ad entrare nel piano delle opere triennali – precisa l’assessore D’Agata, che poi aggiunge – l’intento è partire da qui per cercare in futuro di dotare ogni circoscrizione di una propria isola ecologica”.

Diversa la proposta dei consiglieri Zarbo, Neri e Anastasi bocciata poi dall’assessore Rosario D’Agata, i quali prima della votazione finale hanno espressamente richiesto di "destinare l’area, che attualmente avrebbe dovuto ospitare un’isola ecologica funzionante, ai privati". “Fino ad oggi il comune non ha fatto nulla – dichiara Anastasi – la paura è che in via Generale Ameglio possa continuare ad essere un’eterna incompiuta”. “La stima dei lavori è alta, si parla di circa 150000 euro, - dichiara invece il consigliere Zarbo - il comune dovrebbe dare la struttura in affitto ai privati e poi pensare in futuro di fare una nuova isola ecologica, al momento i presupposti non ci sono”. Il consigliere Neri batte invece il tasto sulla mancanza, al momento, di un servizio e diritto per la comunità: “I cittadini pagano le tasse e il comune deve dare servizi, ma allo stato attuale via Generale Ameglio non agevola chi fa la differenziata nel territorio della quinta circoscrizione"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento