Via Mongibello, bloccato ed arrestato "topo d'auto"

Gli agenti, giunti immediatamente sul posto, dopo aver precluso ogni via di fuga, hanno notato un individuo che, allontanandosi velocemente dal furgone segnalato, cercava di salire a bordo di un’autovettura

Arrestato per furto aggravato in concorso con ignoto, Pietro Gangemi, plupregiudicato per reati contro il patrimonio. Alle ore 15.00 circa di ieri, agenti delle volanti, a seguito di segnalazione al 113, si sono recati in via Mongibello, dove erano stai segnalati due individui intenti ad armeggiare su di un furgone Fiat Doblò poco prima asportato da una traversa di viale Mario Rapisardi.

Gli agenti, giunti immediatamente sul posto, dopo aver precluso ogni via di fuga, hanno notato un individuo che, allontanandosi velocemente dal furgone segnalato, cercava di salire a bordo di un’autovettura. L’uomo è stato bloccato immediatamente e identificato.

Si è appurato che sul furgone era già stata inserita una centralina alterata, che è stata sequestrata per i dovuti accertamenti, e sono stati rinvenuti svariati arnesi utilizzati per compiere reato. Gangemi è stato arrestato e, su disposizione del P.m. di turno, associato presso le Camere di Sicurezza della Questura in attesa dell’udienza del giudizio per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento