Sequestrata piantagione di canapa indiana in via Mulini a Vento

Il locale era stato dotato di apposito sistema di areazione e riscaldamento idoneo a favorire la crescita e la maturazione delle piante

Ieri notte, i militari di piazza Dante hanno effettuato un controllo a San Cristoforo, per  contrastare il fenomeno della produzione e lo spaccio di sostanze stupefacenti. Hanno passato al setaccio diversi immobili in disuso, spesso utilizzati dalla criminalità per nascondervi la droga.

Difatti, all'interno di un sottotetto di una casa abbandonata di Via Mulini a Vento, è stata scoperta una vera e propria serra adibita alla coltivazione di canapa indiana, con all’attivo oltre 100 piante, tutte contenute in singoli vasi, dell’altezza media di cm 60/90.

Piantagione San Cristoforo-2  Piantagione San Cristoforo2.jpS-2

Il locale era stato dotato di apposito sistema di areazione e riscaldamento idoneo a favorire la crescita e la maturazione delle piante. Si è calcolato che il ciclo di produzione, che periodicamente si sarebbe trasformato in circa 50 chili di marijuana, avrebbe fruttato alla criminalità delle cifre molto vicine al mezzo milione di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento