Cronaca Nesima / Via Palermo

Via Palermo, lasciato dalla ex minaccia di togliersi la vita

Brandendo un coltello da cucina, si è procurato delle ferite sul corpo minacciando di togliersi la vita. Inoltre si è cosparso di liquido infiammabile e ha minacciato, con un accendino, di farsi saltare in aria

Un uomo di 48 anni, D.G.M., è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia, violazione di domicilio e resistenza a pubblico ufficiale.

Ieri, dopo una segnalazione giunta al 113, gli agenti sono giunti in via Palermo e hanno notato l'uomo che si introduceva abusivamente nell’appartamento della ex compagna, in evidente stato di alterazione psico-fisica.

Brandendo un coltello da cucina, si procurava delle ferite sul corpo minacciando di togliersi la vita. Inoltre si cospargeva di liquido infiammabile e aprendo la valvola di una bombola del gas posta sul terrazzino dell’appartamento, minacciava con un accendino di farsi saltare in aria.

Gli agenti, dopo un’estenuante opera di convincimento, sono riusciti a tranquillizzare l’uomo facendolo desistere dalle sue intenzioni suicide.

Si apprendeva poi che il suo stato d’ira era stato causato dalla decisione della ex compagna di interrompere la loro relazione ponendo fine alla convivenza. Quest’ultima, peraltro, giunta sul posto, informava i poliziotti che l'uomo non era nuovo a episodi di violenza nei suoi confronti e che proprio per tali ragioni aveva deciso di lasciarlo.

Dopo essere stato accompagnato in ospedale per le cure del caso, è stato tratto in arresto e condotto, su disposizione del p.m. di turno, presso la casa circondariale di piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Palermo, lasciato dalla ex minaccia di togliersi la vita

CataniaToday è in caricamento