Via Paolo Loiy, tenta di sfuggire all'alt dei carabinieri: arrestato

Il congegno elettronico viene utilizzato per sostituire “l'immobilizer”, sistema di antifurto ormai di serie in tutte le nuove vetture che impedisce l’avviamento del motore in assenza della chiave, evitando che l’auto venga avviata semplicemente "collegando i fili"

I carabinieri del Nucleo Radiomobile di Catania hanno arrestato F.S., 60enne, catanese. Stamani, una gazzella, durante un servizio di controllo della circolazione stradale, in via Paolo Loiy, ha intimato l’alt all’uomo mentre era alla guida di una Nissan Micra ma, invece di ottemperare all’alt, prima rallentava e poi accelerava la sua corsa tentando la fuga.

Ne  scaturiva così un breve  inseguimento alla fine del quale il fuggitivo veniva bloccato e trovato in possesso di una centralina elettronica di autovettura alterata, che solitamente viene utilizzata  per il furto di autoveicoli. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il congegno elettronico viene utilizzato per sostituire “l'immobilizer”, sistema di antifurto ormai di serie in tutte le nuove vetture che impedisce l’avviamento del  motore in assenza della chiave, evitando  che l’auto venga avviata semplicemente “collegando i fili”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento