Via Quieta, madre accoltella la figlia di tre anni e tenta il suicidio

La donna, 37 anni insegnante, ha ferito la bambina prima alla guancia e poi al collo e, subito dopo, ha tentato il suicidio ferendosi all'addome con la stessa arma. A salvare la piccola è stato il marito che, svegliato dai rumori, è intervenuto

Un raptus senza spiegazioni quello che la notte scorsa ha spinto una madre di 37 anni a tentare di uccidere la figlia di tre anni.

La donna, con un coltello, ha ferito la figlia prima alla guancia e poi al collo e subito dopo ha tentato il suicidio ferendosi all'addome con la stessa arma.

Madre e figlia sono ricoverate nello stesso ospedale Cannizzaro. La piccola è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico, mentre alla madre è stata suturata con dei punti la ferita all'addome. Entrambe non sono ritenute in pericolo di vita.

L'episodio è avvenuto la notte scorsa nell'abitazione di via Quieta a Catania dove vive la famiglia. A salvare la bambina il marito, 46enne impiegato in uno studio, che svegliato dai rumori è intervenuto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arresti a raffica della squadra mobile etnea

  • Dimentica il figlio in auto alla Cittadella, muore bimbo di 2 anni

  • 8 cibi che non dovrebbero essere dati ai bambini

  • Traffico di droga, nel mirino i clan Cappello-Bonaccorsi e Cursoti Milanesi: 40 arresti

  • Incidente stradale, auto si ribalta in tangenziale: conducente bloccato all'interno

  • Traffico di droga pilotato dai clan, 40 arresti: i nomi

Torna su
CataniaToday è in caricamento