Via Santa Rosa da Lima serve un nuovo piano viario per renderla più sicura

L’ipotesi avanzata è quella di rendere via Santa Rosa da Lima a senso unico di marcia con le auto e le moto, che provengono da via San Nullo, “obbligate” a effettuare la salita per raggiungere la parte nord di via Bonaventura, via Galermo o via Degli Ulivi

In via Santa Rosa da Lima serve un nuovo piano viario per modificare il flusso veicolare e renderlo più sicuro. Tutte le soluzioni possibili da adottare in tal senso, in questi giorni, sono state studiate da Giuseppe Zingale, vice presidente della municipalità di “Cibali-Trappeto Nord-San Giovanni Galermo”, e dal presidente della IV circoscrizione Emanuele Giacalone.

Dopo i tragici eventi degli scorsi giorni, l'obiettivo di quanto proposto dai consiglieri è quello di evitare che simili episodi possano verificarsi ancora. L’ipotesi più plausibile è quella di rendere via Santa Rosa da Lima a senso unico di marcia con le auto e le moto, che provengono da via San Nullo, “obbligate” a effettuare la salita per raggiungere la parte nord di via Bonaventura, via Galermo o via Degli Ulivi.

"Una possibilità che ci consentirebbe di ricavare in via Santa Rosa da Lima lo spazio necessario per creare in questa arteria passaggi pedonali sicuri. Quella decritta fino ad ora, però, è solo una delle tante idee che stiamo prendendo in considerazione con il presidente Giacalone e che sottoporremo all’attenzione dei tecnici la prossima settimana quando effettueremo un incontro con esperti ed addetti ai lavori per trovare una piano viario definitivo in questa parte di San Nullo", spiegano Zingale e Giacalone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Un progetto che preveda pure il collegamento tra le due parti di via Bonaventura oggi divisa da un dislivello di alcuni metri e da un terreno incolto. Da parte del sottoscritto Giuseppe Zingale e del presidente Giacalone c’è comunque la volontà di proseguire con il piano di rivalutazione del territorio e continuare, con la fortissima sinergia con l’amministrazione centrale, tutte quelle progetti mai ultimati negli ultimi anni", concludono.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Covid-19: la differenza tra test sierologico, tampone rapido e tampone molecolare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento