Via Santa Sofia e via Mimosa, ladri in azione: 5 arrestati

In via Mimosa i carabinieri hanno sorpreso i ladri che si allontanavano dopo aver rubato all'interno di un cantiere edile, materiale per il valore di 1000 euro

I carabinieri del comando provinciale di Catania, ieri sera, hanno arrestato cinque persone tutte ritenute responsabili di tentato furto e furto aggravato in concorso. Il primo episodio si è verificato in via Santa Sofia, all’interno del parcheggio del centro sportivo universitario dove tre malviventi,  stavano forzando il bloccasterzo di un Honda SH 125, per metterlo in moto e fuggire via. Una "gazzella" dei militari è intervenuta sul posto grazie ad una telefonata al 112, bloccando i ladri e arrestando il 19enne Biagio Patti, il 25enne Sebastiano Nicosia e il 23enne Alfio Furneri, tutti di Misterbianco. Il ciclomotore è stato restituito al proprietario, uno studente universitario, mentre gli arrestati, in attesa della direttissima, sono stati posti agli arresti domiciliari.

Un altro episodio si è registrato all’interno di un cantiere edile in via Mimosa, nel quartiere di Cibali, dove la pattuglia del pronto intervento ha sorpreso i ladri mentre cercavano di allontanarsi con del materiale – del valore complessivo di circa 1.000 euro – rubato poco prima. La refurtiva interamente recuperata è stata restituita ai legittimi proprietari. Gli arrestati, il 47enne Salvatore Grasso e il 32enne Valentino Pllera, entrambi catanesi, in attesa della direttissima sono stati relegati agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento