Via Vigo, aggredito mentre si reca in chiesa: mette in fuga i rapinatori

Gli aggressori hanno strappato i pantaloni all'uomo per impossessarsi del suo portafoglio. Fortunatamente, però, il maresciallo in pensione è riuscito a divincolarsi e a chiedere aiuto. I malviventi, così, si sono dati alla fuga. Rimane l'allarme nel quartiere

Un ex maresciallo dell'Arma è stato aggredito da malfattori ma è riuscito a metterli in fuga. E' successo davanti l'ingresso della municipalità "Nesima-Monte Po" di via Vigo. La vittima, infatti, si stava recando nella chiesa evangelica quando è stato immobilizzato, picchiato e lasciato in mutande.

Gli aggressori hanno strappato i pantaloni all'uomo per impossessarsi del suo portafogli. Fortunatamente, però, il maresciallo in pensione è riuscito a divincolarsi e a chiedere aiuto. I malviventi, così, si sono dati alla fuga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'episodio di ieri, però, è solo uno dei tanti. Il consiglio della VII municipalità ha così rilanciato la necessità di riavere il proprio distaccamento della polizia municipale come ha dichiarato il presidente della circoscrizione Gianni Fodale: "Finora è stato fatto poco. La polizia municipale ha un organico ridotto all'osso? Allora dotiamo la circoscrizione di un guardiano, oppure di un sistema di video sorveglianza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Acqua: quando berla per dimagrire

  • Via Capo Passero, agguato a un 33enne gambizzato davanti casa

  • Operazione antimafia dei carabinieri, disarticolato il clan “Brunetto”: 46 arresti

  • Ritrovato al Maas lo squalo Mako: denunciato il commerciante

  • Picanello, scoperto deposito per il riciclaggio di auto rubate: 4 arresti

  • Duro colpo ai Brunetto: le dinamiche del clan tra estorsioni, minacce e pestaggi

Torna su
CataniaToday è in caricamento