Si scaglia contro auto di una donna che non paga, parcheggiatore arrestato

L'uomo, mentre esercitava l'attività di posteggiatore abusivo in via Vittorio Emanuele, ha danneggiato con pugni il cofano dell'auto della donna perché si era rifiutata di ottemperare alla sua richiesta di denaro per il parcheggio sulla pubblica via

I carabinieri di Librino hanno arrestato M.Y., 34enne, pregiudicato, del Sudan, residente a Catania, per tentata estorsione.
Ieri notte, una pattuglia di Carabinieri, su richiesta pervenuta al 112 da parte di una 31enne del Panama, è intervenuta in via Vittorio Emanuele.

I militari giunti sul posto hanno contattato la donna accertando che poco prima l'uomo, mentre esercitava l’attività di posteggiatore abusivo in quella via, aveva danneggiato con pugni il cofano dell’auto della donna perché  si era rifiutata di ottemperare alla sua richiesta di denaro per il parcheggio sulla pubblica via. L’uomo, immediatamente rintracciato, è stato arrestato e tradotto nel carcere di Catania Piazza Lanza a disposizione dell’Autorità Giudiziaria etnea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento