rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Viale Alcide De Gasperi "annega" nelle pozzanghere: "40 stalli non bastano"

Il viale non possiede un asfalto adeguato o un sistema per il deflusso delle acque piovane e resta diviso in due tronconi

I quasi quaranta nuovi posteggi per auto in via Alcide De Gasperi, realizzati dall’amministrazione comunale alcuni giorni fa, non hanno risolto tutte le problematiche di questa zona del lungomare.

Un’arteria che non possiede un asfalto adeguato o un sistema per il deflusso delle acque piovane e che, ancora oggi, resta divisa in due tronconi da un cantiere fantasma aperto tanti anni fa e che ora è stato abbandonato. I

l comitato spontaneo “Terranostra”, attraverso il suo presidente Nico Sofia, ribadisce che al quartiere servono opere e infrastrutture di vitale importanza per evitare che ampie zone si trasformino in laghi durante le piogge, che le sospensioni delle auto siano messe a dura prova dalle buche e che venga messa a rischio l’incolumità dei pedoni.

"Le segnalazioni che riceviamo dai residenti parlano chiaro: ai nuovi parcheggi bisogna dare continuità - spiega Sofia - realizzando altre infrastrutture, altrimenti il viale Alcide De Gasperi continuerà ad essere un’enorme incompiuta. Eppure secondo i progetti presentati in passato, la strada doveva rappresentare il normale sbocco per il traffico che ogni giorno invade viale Artale D’Alagona e viale Ruggero di Lauria. Carenza di posteggi e difficoltà legate alla presenza della pista ciclabile potrebbero essere in gran parte risolti con un piano del traffico adeguato. Un progetto basato su concreti studi di fattibilità e non su vane promesse".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viale Alcide De Gasperi "annega" nelle pozzanghere: "40 stalli non bastano"

CataniaToday è in caricamento