menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viale Andrea Doria, passaggi pedonali "estremamente pericolosi"

Ogni giorno centinaia di studenti che devono raggiungere la Cittadella Universitaria, passando dal viale Doria, rischiano sistematicamente di essere investiti da automobilisti indisciplinati. E' la denuncia il consigliere comunale Vincenzo Parisi

Ogni giorno centinaia di studenti che devono raggiungere la Cittadella Universitaria, passando dal viale Doria, rischiano sistematicamente di essere investiti da automobilisti indisciplinati che non si fermano nemmeno davanti al semaforo rosso oppure se il pedone sta attraversando sulle strisce pedonali.

"Una situazione estremamente rischiosa dove l’amministrazione deve intervenire prima che ci scappi la tragedia", denuncia il consigliere comunale Vincenzo Parisi.

"Ecco perché è fondamentale un’opera di prevenzione. Come componente della commissione comunale alla Viabilità e come presidente di quella al Bilancio - continua Parisi  - chiedo all’amministrazione di reinstallare il vecchio ponte sopraelevato presente al viale Doria prima dell’apertura del cantiere per la realizzazione sottopasso del viale Fleming. Un’opera smontata anni fa e che nessuno ora sa più che fine abbia fatto. In alternativa, si potrebbe spostare il ponte pedonale, che attualmente si trova nei pressi di via Due Obelischi, davanti all’ingresso della Cittadella Universitaria del viale Doria".

Una struttura oggi praticamente inutilizzata dalla gente e che in passato qualche ragazzo usava solo per appenderci gli striscioni d’amore per la propria fidanzata. Si tratterebbe dell’unica soluzione fattibile per evitare che, passando da una parte all’altra della circonvallazione oppure per seguire una lezione in facoltà, il povero studente rischi di essere asfaltato dall’incivile di turno. Altrimenti, si dovrebbero assicurare presidi costanti delle forze dell’ordine.

"Agenti che di giorno svolgerebbero il compito di far rispettare il codice della strada in una via che per molti rappresenta solo un lungo rettilineo dove pigiare sull’acceleratore. Di sera, invece, dovrebbero evitare che la presenza delle prostitute possano far compiere manovre pericolose ai potenziali clienti. Persone che si fermano improvvisamente al centro della carreggiata per contrattare la prestazione con la ragazza. Una situazione di emergenza sociale e degrado che potrebbe essere affrontata adeguatamente solo sviluppando il tema della possibile apertura delle case chiuse e della legalizzazione di un fenomeno che, sulla circonvallazione, ha uno dei suoi principali mercati", conclude il consigliere.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

Contrastare il Covid-19: ecco i 5 DPI più efficaci

Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

social

Bonus Tv 2021: come richiederlo ed ottenerlo

Ristrutturare

Ristrutturare low cost: ecco come comportarsi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento