Viale Mario Rapisardi, paletti sradicati e auto in sosta: rischio crollo per la strada?

A sollevare il problema è MobilitaCatania, che ricorda come quei paletti posti tra la carreggiata stradale e i portici dell'edificio dei Salesiani, sono stati posizionati per motivi di pubblica sicurezza

Fonte foto pagina facebook Lungomare Liberato

Trovare posto ad ogni costo. E' l'assillo quotidiano per ogni catanese che si trova in città in cerca di un parcheggio auto. Al viale Mario Rapisardi una scena consueta, vista la grande affluenza di veicoli e la presenza di vetture in sosta. Proprio quella che è una delle strade principali della città, a pochi passi da piazza Santa Maria di Gesù, è ormai teatro dell'ennesimo atto di inciviltà. Non si tratta questa volta di una sosta lungo i marciapiedi. Ad essere stati rimossi per lasciare spazio alle automobili sono i paletti dissuasori che in precedenza delimitavano la carreggiata laterale della strada, separandola dal tratto destinato alle auto in circolazione.

QUALE IL POSSIBILE RISCHIO SENZA I PALETTI DISSUASORI. A sollevare il problema è MobilitaCatania, che ricorda come quei paletti posti tra la carreggiata stradale e i portici dell’edificio dei Salesiani, sono stati posizionati per motivi di pubblica sicurezza.

pali-viale-mario-rapisardi-2-2"Tra gli anni ’60 e ’70 si procede all’allargamento di viale Mario Rapisardi, all’altezza dell’Ospedale Garibaldi ci si accorge che l’area in oggetto è cava, i solai dell’edificio dei Salesiani sono infatti sottostanti il tratto di carreggiata destinata all’allargamento. Per evitare eventuali crolli del manto stradale si procede alla delimitazione della strada, vietando la circolazione e ovviamente la sosta" scrive MobilitaCatania che sottolinea come "lo sdradicamento dei paletti dissuasori, da gesto di prevaricazione e “furbizia” potrebbe far cedere il manto stradale oberato dal peso dei veicoli"

Mobilita Catania si chiede infine se il pericolo di cedimento sia tuttora reale o se nel frattempo sono stati svolti lavori di messa in sicurezza, che rendono superflua la delimitazione della strada.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento