Viale Mario Rapisardi: rapinata la profumeria “Fresca e Bella”

Secondo la ricostruzione i due malviventi con fare sospetto sono entrati nel negozio per rubare dei profumi: prima hanno nascosto alcune confezioni nei pantaloni e successivamente hanno superato le casse senza fermarsi

Nella prime ore del mattino i Carabinieri della Stazione di Nesima hanno tratto in arresto, su ordine di custodia cautelare emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Catania, i fratelli S. A., 48enne, e S. C., 49enne, entrambi  pregiudicati e responsabili di aver rapinato lo scorso 1° giungo la profumeria “Fresca e Bella” sita in viale Mario Rapisardi

Secondo la ricostruzione i due malviventi con fare  sospetto sono entrati nel negozio per rubare dei profumi: prima hanno nascosto alcune confezioni nei pantaloni e successivamente hanno superato le casse senza fermarsi.

I dipendenti della profumeria, intuita immediatamente l’azione delittuosa, hanno invano tentato di bloccarli ma sono stati strattonati con violenza dai malviventi che in questo modo sono riusciti a darsi alla fuga a bordo di una vettura utilitaria parcheggiata  all’esterno.

I Carabinieri della Stazione Nesima, prontamente  intervenuti sul luogo, dopo aver acquisito informazioni dai teste,  estrapolato le immagini del sistema di videosorveglianza e raccolto tutti gli  elementi utili a ricostruire la dinamica, hanno iniziato le ricerche investigative che in breve tempo ha  portato gli inquirenti ad individuare  i due rapinatori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli arrestati dopo la notifica del  provvedimento cautelare emesso dall’Autorità Giudiziaria sono stati accompagnati presso le rispettive abitazioni e sottoposti agli arresti  domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reati fiscali, coinvolti nomi della cordata interessata al Calcio Catania: gli arrestati

  • Per ripicca contro il compagno butta il suo cane dal quarto piano: denunciata

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 10 luglio 2020

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, auto contro tir: morta una donna, grave il figlio

  • Abitazioni minacciate dalle fiamme a Motta Sant'Anastasia

  • Chiusa un'officina abusiva grazie a una segnalazione sull'app YouPol

Torna su
CataniaToday è in caricamento