Tenta la truffa dello specchietto ma la vittima è un carabiniere che lo arresta

L'uomo alla guida della propria autovettura ha simulato un contatto con un altro mezzo che viaggiava nel senso opposto mettendo in atto la scenetta dello specchietto

I carabinieri hanno arrestato Vincenzo Restivo, 29enne, di Adrano già sottoposto all’avviso orale e divieto di ritorno nel comune di Catania, per tentata truffa e tentata estorsione.

Ieri pomeriggio intorno alle ore 17,00 nel viale Mario Rapisardi, l’uomo alla guida della propria autovettura ha simulato un contatto con un altro mezzo che viaggiava nel senso opposto mettendo in atto la scenetta dello specchietto laterale rotto.

Nella circostanza il 29enne ha bloccato il proprietario dell’altro mezzo pretendendo la somma di 300 euro quale risarcimento del presunto danno minacciandolo perché si rifiutava di adempiere alla sua richiesta.

La vittima però era un militare dell’Arma che ha così bloccato il malvivente, richiedendo subito dopo il supporto dei colleghi. L’arrestato è stato associato nel carcere di Piazza Lanza, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento