Viale Nitta, arrestato pusher: nascondeva marijuana in un tombino

Si tratta di un 27enne incensurato che è stato scoperto dai carabinieri

E' finito in manette un pusher di 27 anni, senza precedenti penali, beccato dai carabinieri della compagnia di Fontanarossa. L'uomo "lavorava" nella
piazza di spaccio di viale Vitta 12, nel popoloso quartiere di Librino. In particolare i militari, da posizione defilata e mediante l’utilizzo di particolari binocoli, avevano constatato come l’arrestato fosse incaricato della custodia della droga successivamente smerciata dinnanzi agli edifici A e B di quel civico. Il 27enne, in mancanza di precedenti, era utilizzato dai complici proprio per  evitare di attirare l’attenzione da parte delle forze dell’ordine ed i relativi controlli.

L’uomo infatti, sempre da solo e con routine consolidata, si avvicinava ad un furgone abbandonato che ostruiva l’accesso ad un pesante tombino in ghisa, e poi tornava indietro con il "bottino". Così i militari hanno appurato che dentro il tombino, aperto con una pinza, vi erano  vari involucri di cellophane contenenti complessivamente 2,5 Kg di marijuana, nonché il necessario materiale per il confezionamento delle singole dosi da vendere al minuto. L’arrestato è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa cella celebrazione del rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento