Viale Raffaele Sanzio: donna scippata e ferita, due arresti

Ieri sera, la Squadra Mobile di Catania, ha arrestato due malviventi che avevano scippato la borsa ad una donna in Viale Raffaello Sanzio, trascinandola per alcuni metri

Ieri sera, la Squadra Mobile di Catania, ha arrestato A.C., incensurato, e F.T., con precedenti per reati contro il patrimonio. I due, alle ore 20 di ieri, a bordo di un motociclo risultato rubato, hanno scippato la borsa a una donna che stava passeggiando nelle adiacenze del bar “Saint Moritz”, al Viale Raffaello Sanzio. La vittima, trentanovenne, è stata scaraventata a terra e trascinata per alcuni metri.

Adesso, la donna si trova ricoverata presso l’ospedale Cannizzaro per le lesioni e le escoriazioni riportate. Durante la fuga i due malviventi hanno causato un incidente nella vicina via Vincenzo Giuffrida. Costretti ad abbandonare la borsa e lo scooter, sono stati fermati in via Renato Imbriani da un equipaggio della Sezione “Antirapina” che era sulle loro tracce, a seguito delle indicazioni diramate dalla Sala Operativa della Questura.

Il motociclo, sul quale era stata apposta una targa di cartone, era stato rubato il 16 giugno scorso; la borsa con tutto il suo contenuto è stata già restituita alla vittima. Dei due malviventi, F.T. stava scontando la misura della permanenza in casa disposta dalla Corte di Appello di Catania sezione penale minori: gli arrestati sono stati associati alla locale casa circondariale a disposizione del Sostituto Procuratore dott.ssa Alessia Natale.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento