Viale San Teodoro, ai domiciliari con 300 dosi di marijuana

Dopo l'eliminate le barriere che agevolavano le attività di spaccio i carabinieri hanno subito scovato un uomo già noto alle forze dell'ordine

I carabinieri della squadra Lupi hanno arrestato il 34enne catanese Patrizio Calogero, accusato di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Proprio in viale San Teodoro 7, qualche settimana fa, erano state eliminate delle vere e proprie barriere che servivano a "proteggere" gli spacciatori. Grazie alla collaborazione tra carabinieri e comune si è proceduto alla demolizione per riaffermera legalità e sicurezza.

I militari hanno fatto irruzione a casa di Calogero - già noto alle forze dell'ordine perché lo scorso aprile aveva aggredito un carabiniere, con altri due complici - che era stato processato e condannato ai domiciliari. L'uomo, alla vista della squadra Lupi aveva lanciato dal balcone una borsa con circa 300 dosi di marijuana, di cui una parte nella variante “orange skunk”. La droga è stata sequestrata, mentre l’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato portato nel carcere di piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento