rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Cronaca

Vicenda Bacco, arriva la proroga per un anno: salvi i lavoratori

L'azienda brontese potrà continuare ad usufruire del secondo capannone ubicato a Cesarò

Si conclude, per adesso, in maniera positiva la vicenda Bacco. L'azienda di Bronte rischiava di rimanere senza un importante sito produttivo e aveva lanciato, tramite il proprietario Claudio Luca, un appello pubblico.

Alla fine, come ha annunciato la Tgr Sicilia in un servizio, l'azienda potrà restare a Cesarò e usufruire del secondo capannone che, in un primo momento, avrebbe dovuto abbandonare domani su disposizione del sindaco. E' stato trovato un accordo per prolungare l'utilizzo del capannone per un altro anno.

Infatti un primo capannone, non utilizzato, era stato preso dall'azienda che produce tipicità al pistacchio e poi - con l'aumento del fatturato e dei volumi di vendita - è stato chiesto l'utilizzo all'ente di un secondo. Utilizzo non regolamentato però da una concessione pluriennale che ha portato al "pasticcio" attuale.

La via d'uscita pare essere stata trovata. Sul web era già partito l'hashtag #iosostengobacco e la politica locale e regionale si è interessata alla vicenda che rischiava di mettere a rischio il futuro di decine e decine di lavoratori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vicenda Bacco, arriva la proroga per un anno: salvi i lavoratori

CataniaToday è in caricamento