Vigile urbano aggredito, Gip convalida il fermo: il 22enne resta in carcere

Il Giudice per le indagini preliminari Daniela Monaco Crea ha però derubricato il reato, da tentato omicidio a a lesioni personali gravissime. I legali del giovane stanno valutando l'ipotesi di fare ricorso al tribunale del riesame

Il 22enne fermato per aver aggredito l'ispettore dei vigili urbani Luigi Licari resta in carcere. A deciderlo è stato il Gip Daniela Monaco Crea che ha convalidato il fermo ed emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per l'indagato, ma derubricando il reato da tentativo di omicidio a lesioni personali gravissime.

Il giovane difeso dagli avvocati Ignazio Danzuso e Giorgio Antoci, ha ammesso di avere colpito "con una manata" l'ispettore al culmine di una lite, ma di non essersi accorto della gravità del suo gesto, di cui si è detto pentito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I suoi legali stanno valutando l'ipotesi di presentare ricorso al Tribunale del riesame contro la decisione del Gip. Il 22enne nell'inchiesta  coordinata dal procuratore Carmelo Zuccaro, con deleghe all'aggiunto Ignazio Fonzo e al sostituto Santo Distefano, è l'unico indagato, ma nella ricostruzione della squadra mobile della Questura si parla di diverse altre persone, comprese delle donne, presenti con il giovane al momento dell'aggressione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento