Aggressione al vigile, il ventenne fermato confessa: "Sono stato io"

Ha detto di essere pentito e di non essersi accorto che l'uomo era finito a terra per la presenza di numerose persone

Via del Rotolo

E' stato fermato per tentativo di omicidio il ventenne accusato dell'aggressione all'ispettore della polizia municipale di Catania, Luigi Vicari, che è ricoverato da 5 giorni nell'ospedale Cannizzaro con la prognosi riservata per un trauma cranico.

Via del Rotolo, ispettore dei vigili picchiato da ragazzi con un casco

Il provvedimento è stato emesso dal procuratore Carmelo Zuccaro, dall'aggiunto Ignazio Fonzo e dal sostituto Santo Distefano ed è stato eseguito dalla squadra mobile della Questura.

Il giovane ai magistrati, alla presenza dei suoi legali, ha ammesso di avere colpito l'ispettore che gli aveva vietato di passare con lo scooter in una strada chiusa al traffico, ma spiegando di averlo fatto al termine di un lite.

Coma farmacologico per il vigile picchiato

Dopo un primo confronto il ventenne era tornato indietro e la discussione sarebbe, secondo la sua ricostruzione, scaturita in lite. Ha detto di essere pentito e di non essersi accorto che l'uomo era finito a terra per la presenza di numerose persone. Il fermo dovrà adesso convalidato dal Gip dopo l'interrogatorio di garanzia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento