Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Vigile urbano aggredito al cimitero, lo Snalv scrive al Comune

Pippo Scalia, coordinatore Snalv-Confsal,scrive al Comune di Catania a proposito dell'ultima aggressione a un vigile urbano a Catania

Dopo l'ennesima aggressione ad un vigile urbano di Catania, avvenuta nei pressi del cimitero di Catania in occasione della festa di Ognissanti, il sindacato Snalv interviene con una nota per porre l'accento sulla questione sicurezza.

"È intollerabile dovere registrare un'altra aggressione ai danni di un vigile urbano di Catania. Sono ormai anni che lo Snalv chiede che accanto ai nostri vigili, nelle zone considerate più calde della città, ci siano le forze dell'ordine, ma non veniamo ascoltati. Non solo gli uomini sono pochi perché l'organico è più che ridotto, non sono neanche più giovanissimi. Non possiamo metterli in pericolo per lo svolgimento delle loro funzioni sperando che non ci siano più "casi Licari", l'ispettore che quasi ci ha quasi rimesso la vita per compiere il suo dovere e che sta vivendo non pochi problemi consequenziali".

Sono dure le parole di Pippo Scalia, coordinatore Snalv-Confsal, al Comune di Catania a proposito dell'ultima aggressione a un vigile urbano a Catania, nei pressi del cimitero. "Abbiamo scritto più volte al comandante un incontro per discutere la nostra proposta e non abbandonare i vigili al loro destino e lo chiediamo ancora", conclude il Coordinatore Snalv-Confsal al Comune di Catania.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigile urbano aggredito al cimitero, lo Snalv scrive al Comune

CataniaToday è in caricamento