I vigili del fuoco chiedono screening sul Coronavirus

Diversi i casi di quarantena o malattia nei vari reparti della provincia di Catania

In questi giorni di blocco totale, il servizio di soccorso dei vigili del fuoco è assicurato con grande sacrificio. I lavoratori si trovano a dover fronteggiare una situazione complessa e chiedono di essere dotati delle opportune precauzioni. "La permanenza forzata nelle nostre sedi - spiega il rappresentante sindacale Carmelo Barbagallo - non ci rende tranquilli e benché siano state adottate direttive e azioni per il contenimento del contagio, i vigili del fuoco si ammalano con patologie innumerevoli spesso riconducibili al Covid19. Un progetto di screening attivo, anche con possibili test sierologici, da parte della Sanità Regionale permetterebbe di mitigare la diffusione del contagio e garantire un servizio di soccorso tecnico adeguato. Ad oggi molti colleghi sono in malattia e altri in via precauzionale in quarantena. Riteniamo importante l’attenzione di tutta la giunta regionale, che nonostante questo momento storico di emergenza sanitaria di grande difficoltà, saprà ascoltare le nostre richieste".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento