Vigili urbani arrestati per tangenti, chiesto rinvio a giudizio

Tre ispettori e un agente in servizio nella zona dei mercati catanesi, chiedevano denaro ad alcuni grossisti cinesi. Dopo varie estorsioni, i commercianti hanno deciso di ribellarsi e denunciare tutto

Il pm di Catania Angelo Busacca ha chiesto al giudice delle indagini preliminari il rinvio a giudizio per quattro vigili urbani del comune di Catania finiti in manette lo scorso mese di marzo. Tutti e quattro sono accusati di concussione e falso per avere chiesto denaro ad alcuni ambulanti di Catania.

In particolare, tre ispettori e un agente in servizio nella zona dei mercati, avevano chiesto denaro ad alcuni grossisti cinesi.

Dopo aver subito continue estorsioni, i commercianti avevano deciso di ribellarsi e denunciare i quattro vigili alla polizia. La Guardia di Finanza ha aperto l'indagine durata ben dodici mesi e, a seguito di numerose intercettazioni, sono scattati gli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento