Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Nesima / Corso Indipendenza

Degrado Villa Curia, spezzato il silenzio: sopralluogo nel bene architettonico

Nel 2008 era stato girato il film "La Matassa". Resta ben poco rispetto ad allora. Il presidente della V Municipalità Orazio Serrano e il vice presidente, Maria Grazia Felicioli, vogliono avviare un piano di recupero per l'immobile

E' inserita nell'elenco dei beni architettonici vincolati. Da tempo, però, versa nel degrado e resta chiusa: sbarrata. Villa Curia in Corso Indipendenza è stata dimenticata. Dopo il sopralluogo effettuato dal presidente della V Municipalità Orazio Serrano e dal vice presidente, Maria Grazia Felicioli, torna adesso al centro delle questioni urgenti da risolvere.

La villa settecentesca, che un tempo ospitava i monaci benedettini, oggi è abitata da cani e gatti. Mantiene solo le sembianze di un'area verde. Sporcizia e incuria hanno preso definitivamente il sopravvento, i muri e la pavimentazione sono danneggiati in più punti, rendendo l'intera area deturpata.

"E' stato fatto un sopralluogo insieme al Presidente e ai tecnici di competenza - dichiara il vice presidente della V circoscrizione Maria Grazia Felicioli - Nella struttura, di evidente importanza storica, c'è purtroppo ben poco da recuperare e vorremmo, con l'aiuto dell'amministrazione, restituire questo patrimonio alla città"

Nel 2008 è stato girato all'interno della Villa Curia persino il film " La Matassa" di Ficarra e Picone. Resta quasi nulla rispetto ad allora. "Bisogna riqualificare l'intero giardino con alberi secolari, ma assediato da erbacce - conclude Felicioli - Le idee sono tante: dal centro sociale ai laboratori didattici, aula studio o biblioteca"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado Villa Curia, spezzato il silenzio: sopralluogo nel bene architettonico

CataniaToday è in caricamento