Campo villaggio Dusmet, tra degrado e vandalismo: la denuncia di Campisi

Per il rione il campetto di via Altavilla è la sola area sportiva attrezzata. Eppure ufficialmente questo spazio non è mai stato collaudato né consegnato ai cittadini

Senza continua manutenzione il destino dell’area attrezzata del Villaggio Dusmet sembra segnato. A lanciare l’allarme il vice presidente della municipalità di “Ognina-Picanello- Barriera-Canalicchio” Alessandro Campisi e la consigliera della II circoscrizione Adriana Patella per impedire che il sito diventi l’ennesima scommessa persa del quartiere. Una situazione di degrado, a cui si aggiunge pure la mancanza di cura delle aiuole e dell’arredo urbano, che fa a pugni con il progetto originale che qui prevedeva la creazione di aree verdi, piste ciclabili e giochi per i bambini.

Per troppo tempo questa parte di Catania è stata considerata un quartiere chiuso, separato dal resto della circoscrizione- afferma Campisi- così oggi i quasi tremila abitanti del rione devono subire disagi di ogni tipo; compresa la fuoriuscita di liquami”. Nonostante la popolazione del rione sia molto giovane, per i ragazzi del Villaggio Dusmet gli unici luoghi di aggregazione disponibili per fare dello sport restano gli impianti delle vicine scuole o delle parrocchie. La sola area attrezzata pubblica resta il campetto di calcio in via Altavilla. Ufficialmente questo impianto non è mai stato collaudato e consegnato alla gente. In realtà è perfettamente accessibile a tutti, compresi i vandali che qui hanno distrutto quasi tutto.

I ragazzi lo utilizzano ogni giorno- racconta la consigliera Patella- ma in queste condizioni non può essere garantita la sicurezza dei suoi fruitori. Occorre un progetto di radicale riqualificazione che preveda anche l’eliminazione delle erbacce e il coinvolgimento delle associazioni per eventi chi mirano alla rivalorizzazione dell’area. Un trampolino di lancio per combattere pure il proliferare delle discariche abusive nel quartiere. Qui teppismo e vandalismo sono due piaghe con cui bisogna convivere quotidianamente. Ecco perchè- continua Patella- l’opera continua delle istituzioni e delle parrocchie può portare al rispetto del patrimonio comune all’interno del Villaggio Dusmet”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento