Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Titolare di una tabaccheria etnea vittima di estorsione: per lei risarcimento di 127 mila euro

Sentito il Comitato di solidarietà, come si legge in un comunicato del ministero dell'Interno, il Commissario ha stabilito le somme da destinare. Tra questi, la titolare di una tabaccheria di Catania ha dovuto subire le estorsioni della cosca mafiosa 'Santapaola'

Oltre 400 mila euro di risarcimenti sono stati concessi dal Commissario per le attività di solidarietà per le vittime di mafia e reati violenti, il prefetto Marcello Cardona. Sentito il Comitato di solidarietà, come si legge in un comunicato del ministero dell'Interno, il Commissario ha stabilito le somme da destinare. Per un lungo periodo, fra il 1987 e il 2011, la titolare di una tabaccheria di Catania ha dovuto subire le estorsioni della cosca mafiosa 'Santapaola' che, come emerso dalle indagini della Polizia, si garantiva un pizzo da 130 euro al mese dietro la minaccia di violenze su cose e persone. A lei va un risarcimento di 127.200 euro.

Il più alto risarcimento di 193 mila euro è in favore di un imprenditore vittima di usura da parte del sodalizio criminale capeggiato da Vito Parisi, fra il 2005 e il 2008 a Bari. L'uomo denunciò alla Guardia di finanza di essere stato costretto, sotto minaccia, a versare al clan 165.100 euro solo a titolo di interesse, a fronte di un prestito iniziale di 62 mila euro. Gli altri risarcimenti vanno a Siena, Cagliari, Castiglione d'Orcia. Le somme liquidate in favore delle vittime di reati intenzionali violenti, viene spiegato, sono predeterminate normativamente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Titolare di una tabaccheria etnea vittima di estorsione: per lei risarcimento di 127 mila euro

CataniaToday è in caricamento