Cronaca Fortino / Via della Concordia

Violenta lite in famiglia: madre picchiata dal figlio e dal genero

I carabinieri hanno arrestato due catanesi, di 34 e 37 anni, per lesioni personali e minacce aggravate

I carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale di Catania hanno arrestato due catanesi, di 34 e 37 anni, per concorso in lesioni personali e minaccia aggravate. I militari sono stati allertati da alcuni residenti di via Della Concordia che, allarmati, li hanno avvertiti di una violentissima lite in famiglia. Appena giunti nell’abitazione segnalata, i militari hanno riscontrato gli effetti di una vera “battaglia”: cocci di ceramiche e oggetti sparsi in terra, evidenti tracce di sangue sul pavimento ed animi esagitati di tutti i componenti della famiglia che gridavano l’uno contro l’altro. I militari hanno faticato non poco a far calmare gli animi dei contendenti, riuscendo poi a verificare che la lite era inizialmente nata da un diverbio tra moglie e marito, il quale ha riportato una ferita sanguinante allo stinco destro, provocata dai frammenti taglienti delle suppellettili infrante e rinvenute sul pavimento. Lo scontro però era degenerato ulteriormente perché il figlio della donna e il cognato-genero, schierandosi a difesa del padre-suocero, hanno pensato di "punire" la donna, sia verbalmente che fisicamente, procurandole, come refertato dai medici del pronto soccorso dell’ospedale “Garibaldi”, la frattura di due dita del piede sinistro. La donna ha dunque deciso di  procedere legalmente nei confronti del figlio e del genero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenta lite in famiglia: madre picchiata dal figlio e dal genero

CataniaToday è in caricamento