Violentava ripetutamente la figlia adottiva: arrestato presso l'aeroporto di Catania

L’indagine, coordinata dal Procuratore della Repubblica di Marsala Alberto Di Pisa e dal sostituto procuratore Giulia Mucaria, è partita dalla denuncia presentata, lo scorso mese di settembre, dalla madre della ragazza costretta, in più occasioni, qa subire abusi sessuali

Con la grave accusa di aver abusato della figlia di 15 anni adottiva è stato arrestato un cittadino romeno di 30 anni dai militari nei pressi dell’aeroporto di Catania dove era atterrato poco prima con un volo proveniente dalla Romania in esecuzione di un decreto di fermo emesso dalla Procura della Repubblica lilybetana per violenza sessuale aggravata e continuata.

L’indagine, coordinata dal Procuratore della Repubblica di Marsala Alberto Di Pisa e dal sostituto procuratore Giulia Mucaria, è partita dalla denuncia presentata, lo scorso mese di settembre, dalla madre della ragazza costretta, in più occasioni nella casa familiare di Marsala, a subire abusi sessuali.

L’uomo è stato condotto alla Casa circondariale di Catania in attesa della convalida del fermo da parte del giudice per le indagini preliminari che, martedì scorso, ha confermato la custodia cautelare in carcere trasmettendo gli atti per competenza territoriale al Tribunale di Marsala. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento