Violenza domestica: arrestato catanese nel leccese per minaccia e aggressione

Le forze dell'ordine sono intervenute dopo aver ricevuto una chiamata al 112 che segnalava una violenta lite con aggressione e minaccia a mano armata. La lite, seconde le prime ricostruzioni, è scaturita per futili motivi

Nella nottata di ieri un catanese di 22 anni è stato arrestato nella frazione Casamassella in provincia di Lecce per detenzione e porto abusivo di armi, minaccia aggravata e porto illegale di armi e detenzione di arma clandestina.

Le forze dell’ordine del luogo sono intervenute dopo aver ricevuto una chiamata al 112 che segnalava  una violenta lite con aggressione e minaccia a mano armata. La lite, seconde le prime ricostruzioni, è scaturita per futili motivi.

I militari hanno  arrestato S.G. mentre, nell’allontanarsi dalla propria abitazione, tentava di disfarsi dell’arma gettandola all’interno di un fondo agricolo adiacente la propria abitazione.

La pistola, un revolver marca Smith & Wesson a sei colpi, calibro 32, con matricola abrasa, privo di munizionamento è stata prontamente recuperata dai militari.

Inoltre, le forze dell’ordine nell’estendere la perquisizione all’abitazione di famiglia, hanno trovato quasi tutti i mobili e i suppellettili distrutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento