Violenza sulle donne, Ugl: "Bisogna istituire un osservatorio metropolitano"

"Esprimiamo apprezzamento per lo stanziamento della somma di 20 mila euro, da parte dellagiunta di Catania, nel del bilancio di previsione"

“Esprimiamo apprezzamento per lo stanziamento della somma di 20 mila euro, da parte della giunta di Catania, nell’ambito del bilancio di previsione, in favore dei centri antiviolenza.” Lo dichiarano il segretario generale territoriale della Ugl Giovanni Musumeci e la responsabile del coordinamento donne Ugl Giusy Fiumanò, che lanciano una proposta: “Crediamo sia giunto il momento di dare vita ad una cabina di regia tra tutti gli enti locali e le realtà associative della nostra area territoriale, che hanno già avviato iniziative ed attività contro la violenza di genere o che intendono avvicinarsi a questa particolare tematica. Per questo, chiediamo al sindaco della Città metropolitana Enzo Bianco di farsi promotore di un osservatorio permanente in materia di contrasto alle discriminazioni nei confronti delle donne. Riteniamo, infatti, sia indispensabile la creazione di una rete operativa che possa riunire, attorno ad un tavolo di confronto ed azione, i diversi soggetti che gravitano nel territorio provinciale, allo scopo di rendere uniformi ed ancor più incisive le attività di intervento soprattutto in termini di prevenzione e prossimità. Purtroppo – aggiungono Musumeci e Fiumanò – la cronaca di questi ultimi giorni è davvero impietosa ed il dato statistico emerso oggi, se pur segnala un incremento delle denunce, fornisce ancora uno spaccato allarmante in relazione agli episodi, anche gravi, che si sono verificati come quello di Caltagirone. Occorre far presto per unire le forze ed evitare di disperdere, in mille rivoli, una strategia di lotta che può essere invece condotta in modo unitario.”

Intanto la Ugl di Catania, dopo l’apertura dello sportello di ascolto “UgLei”, prosegue il tour di incontri e conferenze per raccontare l’esperienza maturata con l’iniziativa “Causa del decesso: lasciata sola” realizzata in sinergia con il patronato Enas. Nei giorni scorsi, infatti, il sindacato, rappresentato dalla stessa coordinatrice Fiumanò e dal segretario della Ugl terziario Carmelo Catalano, ha preso parte alla manifestazione “Femminicidio e capacità della donna di affermarsi nella società”, organizzata dall’istituto comprensivo “don Dilani” di Misterbianco, con la partecipazione di rappresentanti delle forze dell’ordine, del centro antiviolenza “Thamaia” e del comune misterbianchese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento