Linguaglossa: rumeno ubriaco e violento aggredisce moglie e figli, arrestato

I Carabinieri di Linguaglossa e del Nucleo Operativo e Radiomobile di Randazzo hanno arrestato un 26enne, di origini rumene, al culmine dell’ennesima aggressione in danno della propria compagna e dei tre figli minori di 15, 12 e 2 anni. Negli ultimi 3 anni una escalation di violenze, aggressioni fisiche e verbali, denigrazioni, avvenute all’interno della casa familiare e sul luogo di lavoro della donna

I Carabinieri di Linguaglossa e del Nucleo Operativo e Radiomobile di Randazzo hanno arrestato un 26enne, di origini rumene, al culmine dell’ennesima aggressione in danno della propria compagna e dei tre figli minori di 15, 12 e 2 anni. Negli ultimi 3 anni una escalation di violenze, aggressioni fisiche e verbali, denigrazioni, avvenute all’interno della casa familiare e sul luogo di lavoro della donna. Come accade di consueto in questo genere di situazioni, l’uomo desiderava avere il pieno controllo sulla compagna, intimorendola e fiaccandone lo spirito e le resistenze. Più volte l’aveva minacciata anche utilizzando dei coltelli, persino alla presenza dei figli minori, naturalmente spaventati ed impotenti dinanzi a tanta violenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella notte appena trascorsa, il culmine della violenza: l’uomo, in preda ai fumi dell’alcool, ha preso il telefono della donna, sbattendolo al muro. Poi l’ha malmenata e minacciata con un cacciavite alla gola. Ha anche tentato di sottrarre i cellulari ai figli minori, volendo impedire che chiamassero i Carabinieri. La figlia minore riparatasi da una vicina di casa, è invece riuscita a chiamare i Carabinieri che hanno dapprima bloccato l'uomo al culmine di un inseguimento per le vie del paese, e in seguito hanno accompagnato la donna al Pronto Soccorso dove se l’è cavata, fortunatamente, con una decina di giorni di prognosi. L’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Catania Piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollo auto 2020 - Come presentare la richiesta di esenzione e rimborso

  • Coronavirus e Dpcm, Musumeci: "Ci permettano di aprire fino alle 23 ristoranti, bar, pizzerie"

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento