Picchia la moglie non accettando la separazione: marito violento in carcere

La donna ha raccontato di essere in fase di separazione dal marito, a causa degli atteggiamenti violenti di quest’ultimo, commessi in presenza dei due figli di 16 e 24 anni

I carabinieri di Misterbianco hanno arrestato un 52enne del posto per maltrattamenti in famiglia. Nella tarda serata di venerdì i militari avevano ricevuto più telefonate di residenti che, allarmati, li avvertivano di una violenta lite in famiglia ancora in corso. Si sono immediatamente recati sul posto riuscendo a vedere che, proprio in quel momento, un uomo stava uscendo dal portone dell’abitazione indicata con l’intento di allontanarsi. Quest’ultimo, visibilmente scosso, è stato immediatamente fermato dai militari. Era il marito della donna picchiata, trovata dolorante in casa. La signora ha confermato di essere stata appena percossa dal coniuge. Il personale del 118 l’ha trovata affetta da un ematoma alla coscia sinistra e da una cefalea conseguente all’aggressione. La poveretta ha raccontato di essere in fase di separazione dal marito,a causa degli atteggiamenti violenti di quest’ultimo, commessi in presenza dei due figli di 16 e 24 anni e già denunciati in precedenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A causa delle limitazioni imposte dal lockdown per il Coronavirus ed al fine di consentire all’uomo di stare con i figli, avevano tutti insieme concordato che potesse stare in casa con loro in questo particolare periodo. Questa scelta ha evidenziato i propri limiti, perché l’uomo quella sera, ossessionato dalla gelosia nei confronti della moglie e non accettando la separazione da lei, ha cominciato prenderla a calci apostrofandola con epiteti irriferibili sol perché la donna stava parlando al telefono con la propria madre. Questo episodio ha fatto nascere nella donna la consapevolezza di dover denunciare i comportamenti del marito che, pertanto, è stato portato nel carcere catanese di Piazza Lanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento