Scopre gli abusi sessuali del compagno sulla figlia di 7 anni e lo denuncia

In manette è finito un 46enne, disoccupato, residente in provincia di Catania.

Arrestato per violenza sessuale verso la figlia minore di soli 7 anni. La delicata indagine, condotta dalla polizia postale di Catania su delega della procura distrettuale, è nata dopo una denuncia della convivente dell’arrestato. La donna aveva sorpreso il convivente mentre era intento a guardare materiale pornografico su internet in compagnia della bambina. Da qui la decisione di procedere con la denuncia ufficiale, raccontando agli agenti di alcune attenzioni sessuali da parte dell’uomo nei confronti della loro figlia.

INDAGINISi tratta dell'ennesima indagine condotta dai magistrati del pool specializzato, coordinato dal procuratore aggiunto Marisa Scavo, che opera in efficace sinergia con la polizia postale.

La procura distrettuale ha immediatamente richiesto alla polizia postale approfondimenti informatici e sulla rete e disposto intercettazioni telefoniche ed ambientali. Il pubblico ministero, che ha proceduto ad ascoltare pure la minore, a conclusione delle investigazioni ha richiesto al giudice per le indagini preliminari del tribunale di Catania l’emissione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere, eseguita stamani dalla polizia. In manette è finito un 46enne, disoccupato, residente in provincia di Catania

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento