Donna di 49 anni violentata da due rumeni sul lungomare di Riposto

I medici le hanno riscontrato un trauma cranico e diverse fratture alle costole rilasciando una prognosi di 30 giorni

I carabinieri di Giarrehanno arrestato nella flagranza un romeno di 44 anni che ha violentato sul lungomare una connazionale di 49 anni, di professione collaboratrice domestica.  Ieri sera la donna si era recata sul lungomare di Riposto e, dopo aver acquistato un panino e una coca cola, si era appartata sugli scogli per poterseli gustare in santa pace. Poco dopo, due uomini, sorprendendola alle spalle l’hanno immobilizzata e, dopo averla presa a calci e pugni, costretta a subire delle pratiche sessuali.

La donna, approfittando di un momento di distrazione di uno di loro, intento a sbronzarsi di alcol, si è divincolata fuggendo in strada dove ha iniziato ad urlare attirando l’attenzione di una “gazzella” che stava transitando in zona. I militari, scesi dall’auto, hanno prima soccorso la vittima per poi porsi all’inseguimento del romeno arrestato, mentre il complice riuscivaè riuscito a fuggire.

I medici le hanno riscontrato un trauma cranico e diverse fratture alle costole rilasciando una prognosi di 30 giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento