Vittoria: L'omofobia? Questione di educazione. Già raccolte 6000 firme

Servono ancora almeno 4 mila firme per completare la petizione in favore di una proposta di legge sulla modificazione dell'attribuzione di sesso lanciata dalla livornese Michela Angelini. Vittoria, transgender catanese, sta girando tutte le facoltà universitarie per promuovere l'iniziativa

Servono ancora almeno 4 mila firme per completare la petizione  in favore di una proposta di legge sulla modificazione dell’attribuzione di sesso lanciata dalla livornese Michela Angelini. Vittoria, transgender catanese, sta girando tutte le facoltà universitarie per promuovere l'iniziativa, sensibilizzando l'opinione pubblica ed in particolare gli studenti sui temi dell'omofobia e della discriminazione di genere.

"E' ancora molto il lavoro da fare su questo fronte - spiega a CataniaToday - e non è certo colpa loro se molti dimostrano di avere scarsa sensibilità in merito. Chi prende in giro gli omosessuali, i transessuali o più in generale chi è diverso per una propria inclinazione sessuale lo fa perchè manca una specifica educazione, che dovrebbe essere impartita nelle scuole fin dai primi anni".

"Noi continueremo a batterci - continua Vittoria- affinchè le cose cambino giorno per giorno e qualche piccolo passo in avanti c'è stato. L'istituzione del registro delle unioni civili, per esempio. Anche se voglio precisare che questa piccola vittoria non rappresenta altro che la normalità in molte altre città e Paesi d'Europa, in cui l'unione tra persone dello stesso sesso è considerata al pari del matrimonio tra eterosessuali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento