Vittorio Brumotti torna a Catania e viene aggredito dai 'vucumprà' alla fiera

Vittorio Brumotti di Striscia La Notizia è tornato a Catania nei giorni scorsi per un nuovo servizio sull'abusivismo commerciale in Corso Sicilia ed alla fiera, facendo tappa al comando dei vigili urbani di Piazza Spedini per verificare la destinazione d'uso della merce sequestrata

Vittorio Brumotti di Striscia La Notizia è tornato a Catania nei giorni scorsi per un nuovo servizio sull'abusivismo commerciale in Corso Sicilia ed alla fiera, facendo tappa al comando dei vigili urbani di Piazza Spedini per verificare la destinazione d'uso della merce sequestrata, adesso distribuita in beneficenza ad enti caritatevoli dopo l'eliminazione del marchio taroccato. Inoltre l'inviato del popolare programma Mediaset si è recato nuovamente nella 'zona calda' alle spalle di piazza Carlo Alberto ed è stato aggredito dagli ambulanti extracomunitari che dopo il primo servizio hanno subito un inasprimento dei controlli da parte delle forze di polizia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla vicenda si è espressa anche Selvaggia Lucarelli, che si scaglia contro gli acquirenti di merce illegale facendo riferimento alle possibile sanzioni. "Ho visto ieri il servizio di Striscia la notizia a Catania sui venditori di borse e accessori falsi con l'intervento delle forze dell'ordine. La polizia ora punirà con una sanzione amministrativa anche chi compra, come da legge, dice. Per carità, giustissimo, ma nel frattempo segnalo a Striscia, ai marchi coinvolti e alla Polizia postale la vendita abusiva di materiale contraffatto sul web in maniera del tutto sfrontata tramite pagine fb con migliaia di like e un giro di soldi credo non indifferente. C'è tutto, Chanel, ysl, Rolex, Cartier, Hermes, Louboutin, Prada, Gucci e così via. Pagine come 'Moda di gran lusso' e 'Fashion Milano', per esempio, che propongono generosamente anche pagamenti a rate. Vi consiglio di non comprare nulla in queste pagine primo perchè con i vostri bei nomi e cognomi rischiate multa dai 100 ai 7000 euro per acquisto di merce contraffatta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento