Dal 18 novembre chiuso il pronto soccorso del Vittorio Emanuele

L'ospedale del centro storico sarà comunque operativo. Domani sono previste le prime operazioni di trasferimento, dal Vittorio Emanuele ai reparti del Gaspare Rodolico

Mancano ormai pochi giorni alla chiusura e relativo trasferimento in via S. Sofia, domenica 18 novembre, dell’unità operativa complessa di emergenza e pronto soccorso per adulti dello storico Ospedale Vittorio Emanuele, che manterrà operativo al suo interno il pronto soccorso Pediatrico.

A non subire variazioni sarà anche il pronto soccorso ostetrico-ginecologico del presidio ospedaliero “Santo Bambino” che resterà presso la sua sede di via Tindaro. Domani, 16 novembre, alle 12, presso i locali del padiglione7, ci sarà il taglio del nastro del “Nuovo pronto soccorso dell’azienda Policlinico-Vittorio Emanuele di Catania”. E sempre domani, sono previste le prime operazioni di trasferimento, dal presidio ospedaliero Vittorio Emanuele a quello del Gaspare Rodolico dell’unità operativa complessa di medicina e chirurgia d’accettazione e urgenza con pronto soccorso.

Si inizierà con lo spostamento degli arredi e delle apparecchiature elettromedicali, mentre sabato mattina, 17 novembre, si trasferiranno i pazienti ricoverati presso la medicina d’urgenza. Sarà il direttore sanitario Antonio Lazzara insieme al direttore della stessa unità operativa, Giuseppe Carpinteri, a coordinare le fasi dello spostamento delle attività cliniche nei nuovi locali. La giornata clou sarà domenica, 18 novembre, quando alle 8 del mattino saranno sospese le attività di accettazione presso il pronto soccorso Vittorio Emanuele, le cui attività si concluderanno definitivamente con la dimissione o ricovero dei pazienti già presi in carico. Contemporaneamente, sempre alle 8, sarà operativo il pronto soccorso del Policlinico.

L’ospedale Vittorio Emanuele, non sarà chiuso, e anche se non sarà più sede di pronto Soccorso, continuerà le attività di ricovero ordinario e ambulatoriale A restare al Presidio di via Plebiscito saranno infatti le Specialità di: Angiologia, I Medicina, I Chirurgia, Urologia, Servizio di Fisiatria, Malattie Infettive, Chirurgia Toracica, Servizio di Cardiologia, Chirurgia Maxillo Facciale, Terapia del Dolore, Pediatria e Pronto Soccorso Pediatrico, Dialisi, Odontoiatria Speciale Riabilitativa, Clinica Odontoiatrica, Otorinolaringoiatria, Dietologia, Radiologia, Laboratorio Analisi, Anatomia Patologica, Medicina del Lavoro, Medicina Nucleare, Fisica sanitaria, Reumatologia, Laboratori Specialistici e di Ricerca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento