menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vittorio Emanuele, indagati 4 medici per omicidio colposo

La Procura della Repubblica ha aperto un'inchiesta a seguito della morte di Antonino Salice, 64 anni, avvenuta lo scorso 14 aprile dopo aver subito un intervento all'ospedale Vittorio Emanuele di Catania

La Procura della Repubblica ha aperto un'inchiesta a seguito della morte di Antonino Salice, 64 anni, avvenuta lo scorso 14 aprile dopo aver subito un intervento al Vittorio Emanuele di Catania: sono quattro i medici indagati per il reato di omicidio colposo. Come spiegano i familiari, l'11 aprile scorso l'uomo era stato ricoverato in chirurgia, nel nosocomio di via Plebiscito per sottoporsi a un intervento chirurgico a causa di una calcolosi alle vie biliari. Dopo qualche giorno è stato trasferito d'urgenza per essere sottoposto a un nuovo intervento, dopo il quale è deceduto.

A presentare denuncia ai Carabinieri sono stati i congiunti di Salice qualche giorno dopo, mentre il 19 aprile il pubblico ministero ha disposto l'autopsia. In quell'occasione, trattandosi di accertamento tecnico irripetibile, è stata inviata inoltre l'informazione di garanzia nei confronti degli indagati. A dare notizia dell'accaduto sono Angelo e Gaetano Salice, fratelli di Antonino rappresentati dallo studio Pollicino: "Vogliamo solo ottenere chiarezza sulle circostanze che hanno portato alla morte di nostro fratello - hanno dichiarato - la nostra non è una caccia alle streghe, chiediamo unicamente che venga accertato se vi siano state o meno eventuali responsabilità da parte dei sanitari che hanno preso in cura nostro fratello".

"Aspettiamo i risultati dell'esame autoptico eseguito dal medico legale incaricato dalla Procura - hanno dichiarato gli avvocati Gianluca Costantino e Gian Marco Gulizia che assistono i fratelli della presunta vittima - confidando sempre inoltre nell'attento lavoro della magistratura etnea".

Il direttore del reparto di Urologia, professor Falsaperla, tramite il suo legale Tania Sciuto, specifica l' "assoluta estraneità alla vicenda del Reparto di Urologia". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Pancia piatta? Ecco il massaggo fai-da-te

social

Odore d'aglio sulle mani? I rimedi per eliminarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento