Vizzini, arrestati padre e figlio per droga e detenzione di armi

I Carabinieri di Vizzini hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, G.A., 43enne, e S.A., 23enne, entrambi pregiudicati, per produzione di cannabis e detenzione abusiva di armi

I Carabinieri di Vizzini hanno  tratto in arresto, in flagranza di reato, G.A., 43enne, e S.A., 23enne, entrambi pregiudicati, per produzione di cannabis e detenzione abusiva di armi.

I militari,  a seguito di una perquisizione domiciliare eseguita in via Oracolo presso l’abitazione degli arrestati, hanno rinvenuto 7 piante di cannabis, dell’altezza media di m. 1,50 circa, messe a coltura con l’ausilio di un impianto di illuminazione,  380 grammi di foglie della stessa droga messe ad essiccare, e vari prodotti fertilizzanti. Nel corso della perquisizione è stato rinvenuto anche 1 fucile automatico marca Breda, con le canne mozzate e privo di matricola, 9 cartucce cal.12 da caccia e 6 cartucce cal. 12 a palla singola prodotte artigianalmente.

La droga, il fucile, le munizioni, i prodotti fertilizzanti e l’impianto elettrico di illuminazione sono stati posti sotto sequestro.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento