Evade dai domiciliari e sfonda la porta della guardia medica: arrestato

A chiedere aiuto ai carabinieri è stato un medico di turno della struttura dopo una breve colluttazione con l'uomo

Il 30enne Giuseppe Prossimo, già agli arresti domiciliari è stato arrestato dai carabinieri di Vizzini con l'accusa di evasione e danneggiamento. Ieri sera infatti un medico di turno alla guardia medica ha richiesto l'intervento dei militari, chiamando il 112, perché il giovane ubriaco, dopo una breve colluttazione, ha sfondato la porta d'ingresso della struttura. L'arrestato, è stato così rinchiuso nel carcere di Caltagirone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento