Vizzini, protesta dei forestali contro la precarietà: "Non voteremo alle Regionali"

In particolare, rivendicano problemi in merito alla loro retribuzione: nell'ultima busta paga hanno, infatti, riscontrato trattenute fiscali che sfiorano il 40 per cento

I forestali di Vizzini hanno deciso di intraprendere uno sciopero del voto contro il disagio della precarietà. In cento, infatti, hanno deciso di consegnare le schede elettorali al Sindaco specificando che " il 28 ottobre nessuno dei candidati alla Regione avrà il nostro voto o quello dei nostri familiari".

In particolare, rivendicano problemi in merito alla loro retribuzione: nell'ultima busta paga hanno, infatti, riscontrato trattenute fiscali che sfiorano il 40 per cento.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento