menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto archivio

foto archivio

Volanti intervengono per una lite in famiglia ma trovano armi

Tutto il materiale è stato sequestrato e “repertato” a cura dei tecnici del Gabinetto regionale di polizia scientifica di Catania e sono scattate le indagini

Non si aspettavano proprio, gli agenti delle Volanti, di trovare ben venti coltelli e un fucile a canne mozze, nascosti in quell’abitazione di una via del quartiere San Cristoforo dov’erano stati chiamati a intervenire per una lite in famiglia. La telefonata di aiuto era pervenuta da parte di una donna che asseriva di avere in corso una lite con lo zio il quale le impediva di accedere alla casa paterna. I poliziotti contattato l’occupante dell’appartamento che si era opposto all’ingresso in casa della donna, hanno appreso – per spontanea affermazione dell’uomo – che in quella casa erano nascoste delle armi. A quel punto, gli agenti hanno richiesto l’intervento della polizia scientifica e hanno iniziato una perquisizione locale, grazie a cui è stato rinvenuto un fucile a canne mozze con matricola abrasa, venti coltelli, di cui molti a serramanico, una pistola “scacciacani” con 8 cartucce e altro munizionamento. Tutto il materiale è stato sequestrato e “repertato” a cura dei tecnici del Gabinetto regionale di polizia scientifica di Catania e sono scattate le indagini per accertare l’eventuale impiego delle armi rinvenute in episodi criminali. Il responsabile, intanto, è stato indagato in stato di libertà per detenzione abusiva di armi e alterazione delle stesse.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento