rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Odissea per i passeggeri di un volo Catania-Santorini: oltre 12 ore di ritardo

Circa 170 passeggeri in partenza da Fontanarossa per l'isola greca sono rimasti fermi in aeroporto per più di mezza giornata senza informazioni né alcuna assistenza durante tutta la notte

Odissea per i passeggeri catanesi di un volo Air Horizont che sarebbe dovuto partire da Catania, destinazione Santorini, alle 16.15 del 16 agosto scorso. Circa 170 passeggeri sono stati lasciati in attesa, per oltre 12 ore, senza informazioni né alcuna assistenza, passando quasi l'intera nottata in aeroporto, per poi partire intorno alle tre del mattino e arrivare in Grecia, stremati, all'alba del giorno successivo.

"Sono stati abbandonati in aeroporto senza ricevere né pasti né aggiornamenti sulla partenza - ci dice l'avvocato Marco Cigna, socio fondatore dell'associazione a tutela dei consumatori 'Centro consulenza consumatore' - . I viaggiatori hanno acquistato un pacchetto vacanze con il tour operator 'Top Viaggi' che si è affidato a questa piccola compagnia aerea che ha atteso il ritorno di un velivolo da Ibiza per moltissime ore. Due passeggeri si sono già rivolti a me per ricevere tutela legale e credo proprio che molti altri presenti sullo stesso volo lo faranno al ritorno dalla vacanza. Ci rivolgeremo sia al tour operator che alla compagnia per ricevere il dovuto risarcimento".

PHOTO-2018-08-17-11-07-19-2

Anche questa estate non sono mancati i numerosi ritardi nelle partenze aeree e le cancellazioni che hanno rovinato le ferie a moltissimi passeggeri. "Capita anche con la grandi compagnie - ci spiega l'avvocato Cigna -. Purtroppo in questo caso la compagnina in questione non ha sede legale in Italia, ma due riferimenti territoriali a Malta e a Saragozza e molto spesso passata l'arrabbiatura e la stanchezza i consumatori decidono di non intraprendere alcuna azione legale, volendo evitare lunghe trafile giudiziarie".

"La legge però parla chiaro - conclude l'avvocato -, i passeggeri coinvolti in situazioni come questa hanno diritto ad una compensazione pecuniaria che va dalle 250 alle 600 euro a persona. Al ritorno dalla vacanza in Grecia sceglieremo la strategia difensiva adatta per far valere i diritti di questi consumatori che possono richiedere anche il 'danno da vacanza rovinata'. Consiglio sempre però a chi acquista questi voli o pacchetti di verificare che le compagnie abbiano anche un riferimento in Italia, una competenza territoriale in loco alla quale potersi rivolgere più facilmente. Meglio spendere qualche centinaio di euro in più e avere maggiori sicurezze".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Odissea per i passeggeri di un volo Catania-Santorini: oltre 12 ore di ritardo

CataniaToday è in caricamento