menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vulcania, area di sgambamento nel degrado: scatta la protesta

Residenti e consiglieri hanno scelto di protestare simbolicamente all'interno dell'area di piazza Aldo Moro, la più grande della città, che per una sera è stata illuminata da torce e lampadine in segno di dissenso. "Tra i mancati servizi da parte dell'amministrazione, denuncia il consigliere Leonardi, c'è quello dell'illuminazione"

E' un quartiere che rivendica decoro e sicurezza quello di Vulcania. L'ex centro commerciale, vero e proprio ecomostro in centro città, spesso rifugio per senza tetto, sembra essere l'unico simbolo della zona. E invece non è così. In piazza Aldo Moro infatti, a pochi passi dall'ex centro commerciale "Vulcania", esiste la più grande area di sgambamento per cani della città. Realizzata circa un anno fa, a costo zero per il comune grazie alla collaborazione dell'associazione "Amici degli Animali" e gestita attualmente da un piccolo comitato della zona che si occupa della manutenzione, versa oggi nel degrado.

Tra i problemi principali quello dell'illuminazione assente. Marco Leonardi, consigliere della terza circoscrizione, attacca l'amministrazione: "Il comune aveva promesso, al momento dell'inaugurazione, di garantire i servizi minimi per tutelare e permettere la riqualificazione dell'area. Ad oggi dopo incontri, promesse, l'impegno non è stato mantenuto e siamo stanchi di aspettare"

"Non esiste una fontana - denuncia Leonardi - necessaria nei periodi più caldi, manca l'illuminazione e quel poco che esiste è ormai depotenziata, rendendo così impossibile l'utilizzo dell'area nelle ore serali. Non esiste infine un minimo di servizio per la disinfestazione mensile, effettuata saltuariamente dopo ripetute segnalazioni". Questi i principali motivi che hanno spinto residenti e consiglieri a protestare simbolicamente proprio all'interno dell'area di piazza Aldo Moro, che per una sera è stata illuminata da "torce umane". I cittadini infatti, dopo essersi muniti di lampadine portate da casa, hanno illuminato per una sera la zona in segno di dissenso verso il mancato servizio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Arredare

Soffitto: alcune idee per valorizzarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento