rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Vulcania, da primo centro commerciale a rifugio per i senzatetto

Ben lontana dai fasti degli anni 80 oggi la struttura è un luogo sporco e malsicuro, con numerose crepe e voragini sul pavimento. A denunciarlo è il presidente della commissione tributi Salvatore Tomarchio

Negli anni 80 e 90 era l'unico centro commerciale della città, oggi Vulcania è una struttura abbandonata al degrado e alla sporcizia. L'edificio infatti, è ormai rifugio per i senzatetto, che vivono tra i rifiuti.

GUARDA IL VIDEO

A denunciarlo è il presidente della commissione tributi Salvatore Tomartchio che afferma:" Vulcania ha conservato ben poco dei fasti del passato e oggi è solo un bivacco per la povera gente che ha invece bisogno dell'aiuto delle istituzioni. La struttura, attualmente, è divisa tra locali appartenenti a privati e un’ampia zona che ospita la sede della municipalità di 'Borgo-Sanzio'. Ho raccolto le segnalazioni del personale comunale che ha evidenziato come alcuni spazi dell’ultimo piano siano diventati bagni improvvisati per i clochard. A questo vanno aggiunti gli atti vandalici e il rischio continuo di essere aggrediti in inverno, nel tardo pomeriggio, quando si fa buio".

"Già in passato associazioni e volontari hanno cercato di ripulire questa enorme pattumiera ottenendo ben pochi risultati visto che l’amministrazione continua a disinteressarsi del problema .Eppure parliamo di un luogo dove disagi e problemi sono estremamente evidenti. Un’area che,oltre al degrado sociale, deve fare i conti con questioni di carattere strutturale. In qualità di presidente della commissione al Patrimonio - conclude Tomarchio - ho potuto constatare le carenza di stabilità e robustezza di scale e portici esterni. Oggi le voragini nel pavimento e le crepe sono state 'messe in sicurezza' con le assi di legno tenute insieme con il fil di ferro. Poi più nulla".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vulcania, da primo centro commerciale a rifugio per i senzatetto

CataniaToday è in caricamento