Wind Jet: assaltata la biglietteria aerea, Sindaco convoca assemblea

Raffaele Stancanelli ha convocato una riunione d'urgenza con il presidente della Sac, l'amministratore delegato di Wind Jet, l'assessore regionale ai trasporti, il rappresentante Enac e una rappresentanza dei lavoratori

Disagi e malumori all’aeroporto Fontanarossa. Questa mattina centinaia di persone con in mano un biglietto Wind Jet hanno preso d’assalto la biglietteria dell’aeroporto catanese.

Numerosi passeggeri, con voli programmati per i prossimi giorni, o addirittura per le prossime settimaneriferisce Gaetano Mancini, presidente della Sac -sono giunti in aeroporto per la riprogrammazione dei voli. La maggiore criticità si e’ infatti registrata alla biglietteria che e’ stata sottoposta ad un carico di almeno una decina di volte superiore a quello per il quale e’ stata dimensionata”.

Oggi le segreterie provinciali di Filt Cgil, Fit CISL e Uiltrasporti hanno convocato, all'aeroporto di Catania, le assemblee dei circa 500 dipendenti di Wind Jet che temono per il loro futuro lavorativo.

Al prossimo consiglio di amministrazione della Sac, che si riunirà il 20 agosto ha dichiarato Mancini - proporrò di applicare agevolazioni a quelle compagnie aeree che, venendo a Catania, assumano il personale ex Wind Jet ed utilizzino i lavoratori del suo indotto. Il riassorbimento del personale Wind Jet dunque - ha aggiunto - potrebbe costituire titolo preferenziale per i vettori con cui Sac avvierà contatti per mantenere i collegamenti finora garantiti da Wind Jet. Sac intende assicurare la concorrenza utile a garantire una politica di prezzi accessibili per chi vuole arrivare in Sicilia o per chi ha bisogno di spostarsi dalla Sicilia".

Intanto, il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli ha convocato per oggi una riunione d’urgenza a palazzo degli elefanti con il presidente della Sac Gaetano Mancini, l’amministratore delegato di Wind Jet Stefano Rantuccio, l’assessore regionale ai trasporti Andrea Vecchio, il rappresentante Enac nello scalo di Catania Vincenzo Fusco e una rappresentanza dei lavoratori, per stabilire possibili percorsi che diano uno sbocco positivo alla vicenda anche in vista della riunione domani a Roma con il ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera.

In mattinata il sindaco Stancanelli ha partecipato all’aeroporto all’assemblea dei lavoratori indetta dalle organizzazioni sindacali:

”Passeggeri e dipendenti ha detto il primo cittadino- sono gli anelli deboli di una vicenda che presenta aspetti incomprensibili, prima tra tutte l’improvvisa interruzione delle trattative, in pieno agosto, quando l’intesa sembrava fatta procurando un gravissimo danno all’azienda siciliana e soprattutto ai passeggeri e ai lavoratori che si sono ritrovati senza protezione alcuna. S’illudono -ha aggiunto Stancanelli- quanti vogliono perseguire il disegno di colpire l’unica compagnia che mette i siciliani in condizione di collegarsi con il resto del Paese e d’Europa. Il governo nazionale si muova con fermezza e determinazione per sbloccare una situazione pesantissima e per quanto ci riguarda siamo pronti a ogni azione nella nostra disponibilità per garantire i dipendenti e soprattutto la possibilità di potere volare a prezzi competitivi  da e verso la Sicilia,  che a quanto sembra è proprio quello che qualcuno vuole impedire”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per l’intera mattinata il Sindaco ha avuto contatti con il presidente della Wind Jet Nino Pulvirenti, quello dell’Enac Vito Riggio, gli uffici del ministero delle infrastrutture e il sindaco di Palermo Leoluca Orlando considerato che l’aeroporto del capoluogo dell’isola insieme a quello di Fontanarossa sta subendo i maggiori disagi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento