Fontanarossa: lavoratori della Wind Jet incatenati per protesta

Si sono nuovamente incatenati all'aeroporto Fontanarossa i lavoratori della Wind Jet che, questa mattina, hanno ripreso la protesta bloccando anche il traffico a ridosso dell'aerostazione

Si sono nuovamente incatenati all'aeroporto Fontanarossa i lavoratori della Wind Jet che, questa mattina, hanno ripreso la protesta bloccando anche il traffico a ridosso dell'aerostazione.

I cinquecento dipendenti ammessi alla cassa integrazione speciale chiedono un piano per il rilancio della compagnia che, dopo il matrimonio mancato con Alitalia, rischia adesso il fallimento. Chiedono anche il mantenimento dei livelli occupazionali.

Venerdì il vertice a Roma tra la low cost siciliana e il ministro allo Sviluppo economico. Primo passo per la newco, la nuova compagnia, che potrebbe essere una società mista pubblico-privato con la compartecipazione della Regione con l'Irfis.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto, il fermo degli aeromobili Windjet a Fontanarossa ha già provocato un calo dell'8 per cento di passeggeri transitati a Catania nei mesi di luglio e agosto. A sostenere la protesta dei dipendenti Wind Jet anche i lavoratori dell'indotto .
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'aggiornamento dei contagi a Catania e in Sicilia al 3 luglio 2020

  • Non ce l’ha fatta Peppino Rizza, era ricoverato dal 10 giugno al Cannizzaro

  • Scoperto traffico di auto rubate: 5 in manette

  • Abitazioni minacciate dalle fiamme a Motta Sant'Anastasia

  • Per ripicca contro il compagno butta il suo cane dal quarto piano: denunciata

  • Corsa clandestina, il cavallo cade in un fossato e muore: 16 denunciati

Torna su
CataniaToday è in caricamento