Inchiesta Wind Jet, sequestrato 1 milione di euro ad Antonino Pulvirenti

Il Gip ha disposto un nuovo sequestro nei confronti di Antonino Pulvirenti, accusato adesso di bancarotta fraudolenta per distrazione insieme a Stefano Rantuccio e Angelo Agatino Vitaliti

Continuano gli strascichi dell'inchiesta sul dissesto della Wind Jet. Il Gip presso il Tribunale di Catania ha disposto il sequestro di 1 milione di euro nei confronti di Antonino Pulvirenti. Gli accertamenti – eseguiti dai militari del comando provinciale della guardia di finanza di Catania, sotto il coordinamento dell’autorità giudiziaria, avevano già permesso di accertare che la Giafar, società fiduciaria elvetica, nel marzo 2011, aveva versato 3.000.000 di euro su conti correnti della Wind Jet S.p.a., con causale “futuro aumento del capitale sociale”.

Successivamente, poco prima della sospensione dell’attività della compagnia aerea, gli amministratori della Wind Jet, quando la società era ormai in evidente crisi finanziaria, hanno restituito alla fiduciaria elvetica 1.000.000 di euro, riaccreditando l’importo su un conto svizzero alla stessa intestato. Tale condotta era stata originariamente inquadrata dai magistrati della Procura etnea come 'bancarotta preferenziale', ritenendo la società fiduciaria svizzera soggetto estraneo rispetto alla compagnia aerea.

I successivi approfondimenti investigativi, condotti dal Nucleo di polizia tributaria di Catania, hanno consentito di accertare che la fiduciaria elvetica è di fatto riconducibile ad Antonino Pulvirenti e che il conto corrente, formalmente intestato alla Giafar S.A., è in realtà sempre stato nella sua diretta disponibilità,edil milione di euro, restituito quale rimborso del finanziamento effettuato dalla società elvetica, era, di fatto, tornato nel suo patrimonio. 

La Procura di Catania ha ritenuto di configurare nei confronti di quest’ultimo, di Stefano Rantuccio e di Angelo Agatino Vitaliti, rispettivamente Presidente, Amministratore delegato e Componente del consiglio di amministrazione della Wind Jet, la più grave ipotesi di bancarotta fraudolenta per distrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento